Codice deontologico

 

Principi Generali

Il presente codice della scuola Tsuboterapia Integrata è l’insieme dei principi e delle regole che ogni operatore che aderisce alla presente scuola si impegnerà ad osservare a vantaggio dei propri clienti e per la realizzazione di un miglior svolgimento nell’esercizio della propria professione. Il presente codice è stato approvato dall’associazione è costituisce un vincolo per il professionista

L’associazione rappresenta tre tipi di categorie:

  • Allievi che frequentano il corso di Tsuboterapia Integrata
  • Operatori Tsuboterapici  
  • Insegnanti Diplomati di Tsuboterapia

 

 

Allievi che frequentano il corso di Tsuboterapia Integrata

 

Art. 1
L’allievo che frequenta il corso professionale di Tsuboterapia Integrata, eviterà un comportamento incoerente alla dignità e del decoro rispetto alla qualifica che conseguirà, evitando anche frasi simili ad un turpiloquio.

Art.  2
Nel caso che un allievo del corso ritenga che un collega si sta comportando scorrettamente, può appellarsi presso la nostra associazione.

Art.  3
L’allievo rispetterà i ruoli che rappresentano l’associazione quali insegnanti, assistenti. Inoltre dovranno rispettare lo statuto sia dell’associazione che della scuola affiliata all’A.S.T.I.S.. Rispettare l’orario, le pause, evitando il parlare durante le lezioni.

 

 

Operatori Professionisti Diplomati

 

Art.1
L’operatore Tsuboterapico accoglie il ricevente in un ambiente dignitoso e pulito, presentandosi con abiti e con aspetto personale adeguato al dovuto rispetto per la persona che tratterà.  A questi si rivolgerà sempre con cortesia, correttezza, ed onestà.

Art. 2
È di obbligo all’ operatore fornire al proprio assistito un immagine di sé stesso e della sua professione chiara e precisa, fornendo solo prestazioni per la quale è qualificato. Per cui non invade campi riservati ai medici, e là dove egli riconosce la non adeguatezza della sua preparazione rispetto al problema del cliente, è tenuto ad informare questi in maniera chiaro ed esplicita.  Qualora un’indagine anamnestica evidenzi segni clinici particolarmente significativi e la persona che richiede il trattamento non si sia ancora sottoposta ad una adeguata visita medica, l’operatore si asterrà dall’effettuare trattamenti.  L’operatore interverrà solo dopo che la persona abbia ottenuto dal proprio medico curante una precisa diagnosi che escluda tutti quei casi in cui è controindicato il trattamento con la Tecnica Tsuboterapia

Art. 3
Nel pubblicizzare la sua professionalità, l’operatore dovrà rispettare la norma in particolare il divieto di dare informazioni di qualsiasi tipo di pubblicità ingannevole che non darebbe una buona immagine sia alla scuola che alla tecnica Tsuboterapia.

Art. 4
L’operatore rispetterà il rapporto esistente fra il ricevente e il medico curante, evitandone la contrapposizione della diagnosi medica. A richiesta del cliente, l’operatore potrà cercare in ogni forma la collaborazione del medico curante.

Art. 5
L’operatore è tenuto al rispetto dello stato fisico ed emotivo del cliente, e a non approfittare in nessun modo del rapporto professionale.

Art. 6
L’operatore non discriminerà i propri clienti in base al sesso, razza, o appartenenza politica e religiosa.

Art. 7
L’operatore è tenuto a non divulgare in pubblico notizie e fatti riguardanti del cliente, e a considerare ogni relativa notizia ed informazione sotto il vincolo del segreto professionale.

Art. 8 
Qualunque trattamento deve essere effettuato solo su richiesta della persona interessata, assolutamente consenziente, escluso i minorenni o persone incapaci di intendere e di volere che sarà richiesta da chi esercita la patria potestà.

Art. 9
L’operatore Tsuboterapico non utilizza, non somministra, non consiglia né distribuisce farmaci o prodotti della farmacopea ufficiale, non utilizza prodotti miscelati con farmaci di sintesi o semisintesi. L’operatore Tsuboterapico si avvale dell’uso di olii, creme, pomate, ecc., prodotti realizzati con sostanze definite naturali e di libera vendita; l’utilizzo di detti prodotti è limitato all’uso esterno.

Art. 10
L’operatore Tsuboterapico, deve sempre tendere ad un perfezionamento della sua professionalità attraverso una costante frequenza di aggiornamento presso la propria scuola rinnovando la propria iscrizione presso l’associazione.

Art. 11
Le violazioni del presente codice e delle sue regole da parte dei soci, porteranno sia alla denuncia da terzi, che alla cancellazione dalla scuola la quale è iscritto all’albo professionale e dall’ente di appartenenza affiliato al Coni la quale la nostra scuola è affiliata.

Art. 12 
L’operatore Tsuboterapico nel suo esercizio non si avvarrà di arti divinatorie, guarigioni, filtri magici, pozioni, incantesimi, cartomanzia, occultismo, spiritismo, demonologia, satanismo, ecc….ma si avvarrà esclusivamente delle tecniche manuali energetiche riconosciute dalla associazione A.S.T.I.S., la violazione recherà l’espulsione e la cancellazione presso questa struttura.

Art. 13 
Qualora un allievo diplomato desiderasse intraprendere un percorso formativo come istruttore, può fare richiesta presso l’associazione A.S.T.I.S. compilando un apposita domanda di richiesta per la qualifica come istruttore.  Solo successivamente ai 3 anni di pratica documentata come Operatore e Istruttore di Tsuboterapia Integrata, potrà iniziare il suo percorso di formatore quale Insegnante.

 

 

Insegnanti diplomati di tsuboterapia

 

Art. 1 
Sono Operatori Professionisti Attestati i quali avendo soddisfatto i requisiti dello Statuto sono in possesso dei requisiti richiesti dal presente Statuto dal Regolamento, e abbiano superato positivamente la valutazione prevista dal Regolamento dell’Associazione per il rilascio dell’Attestato di insegnante. L’elenco degli Operatori Professionisti Attestati, è per legge pubblico ai sensi della Legge 14 gennaio 2013 n. 4. L’insegnante professionista attestato A.S.T.I.S. è tenuto a svolgere una costante opera di aggiornamento e perfezionamento della sua professionalità. L’associato professionista attestato che non avrà seguito l’aggiornamento professionale, come previsto dal regolamento, non otterrà l’Approvazione del proseguo come insegnante di cui all’articolo 7 della legge 4 / 2013 perdendo di fatto la qualifica di associato Attestato.

Art. 2 
L’insegnante A.S.T.I.S. è subordinato al segreto professionale e come lui i suoi eventuali collaboratori. È altresì obbligato alla conoscenza e al rispetto della vigente normativa in materia di privacy. Nei casi di collaborazione con colleghi o altri operatori, può condividere solo le informazioni strettamente necessarie al miglioramento dello stato di benessere dell’utente. L’associato non professionista, nel rispetto della riservatezza del proprio conoscente si asterrà dal divulgare o commentare, con amici, colleghi e con altri, notizie e dati che possano ledere in qualche maniera i diritti, la dignità e la privacy del loro utente.

Art. 3
Solo successivamente ai 3 anni di pratica documentata come Operatore e Istruttore di Tsuboterapia Integrata, potrà iniziare il suo percorso di formatore quale Insegnante. L’insegnante, nello svolgimento della sua docenza si atterrà alla didattica ed al rispetto del rapporto docente discente evitando ogni sorta di promiscuità che potesse derivare dall’eventuale rapporto di sudditanza psicologica che si potrebbe creare durante lo svolgimento delle lezioni.

 

 

PUBBLICITA’ E USO DEL LOGO

 

Art. 1
L’associato Professionista dell’A.S.T.I.S. potrà liberamente sponsorizzare la propria attività, con ogni mezzo consentito dalla legge vigente, tenendo presente i principi elencati nel codice deontologico. Il Consiglio Direttivo interverrà sanzionando gli associati che violeranno i principi etici e morali che contraddistinguono la professione e che con il loro comportamento danneggiano l’immagine e la credibilità dell’associazione A.S.T.I.S. e degli associati.  L’associato professionale che ha ottenuto l’attestato di qualifica quale insegnante A.T.I.S, ha diritto all’utilizzo del logo, nel proprio biglietto da visita, volantino pubblicitario o dove necessiti palesare l’appartenenza all’associazione. L’associato attestato ha l’obbligo di esporre in modo e luogo ben visibile al consumatore le attestazioni ai sensi dell’articolo 4 della legge 4/2013. Nessuno potrà esprimere, ne sostituire pubblicamente, con l’utilizzo di qualsiasi mezzo, le prerogative di rappresentanza dell’associazione, senza una specifica delega degli organi sociali preposti. Il presidente, quale unico rappresentante legale dell’associazione professionale, ai sensi dell’articolo 4 comma 2 della legge 4/2013, vigilerà e garantirà il consumatore sulla correttezza delle informazioni fornite attraverso il sito web e lo sportello del cittadino consumatore presente sul sito.

Art. 2
L’inosservanza delle regole e la non correttezza delle informazioni fornite dagli operatori al consumatore, attraverso comunicazioni web, materiale pubblicitario o informative web, saranno sanzionate con provvedimenti disciplinari adeguati alla gravità dell’infrazione.  L’associato è tenuto ad esporre in luogo visibile i propri attestati di competenza e le eventuali qualifiche ottenute.

 

Firma per accettazione                 __________________________

 

Pomezia in data,  ___ /___  /___                            Il Presidente A.S.T.I.S.        _________________________

 

 

L’associazione A.S.T.I.S. è affiliata e certificata per la formazione Nazionale/ Coni Settore DBN – Iscritta Registro album nazionale CSEN/ASI Coni n°  R.I. 14.402 Coni è riconosciuta dal Ministero degli Interni, Ministero di Grazia e Giustizia e della Cultura e iscritta presso la Regione Lombardia, Professione disciplinata ai sensi della Legge 14 gennaio 2013 n°4 (Gu n. 22 del 26-1-2013)